RICERCA DEL SEGNALE

Commutare il proprio apparecchio ARTVA in modalità ricerca e condurre la ricerca primaria all'interno del corridoio di ricerca prefissato. Ricerca uditiva, visiva e ARTVA fino alla comparsa del primo segnale. Marcare il punto di ricezione del primo segnale con un bastoncino!

 

Know-How 

Siete a conoscenza della USEFUL RANGE, la massima portata del vostro apparecchio ARTVA? Con "Useful Range" si definisce l'area di portata massima che è in grado di fornire un'indicazione di distanza e direzione. Maggiore è quest'area, minore sarà lo spazio che è necessario percorrere per avere una prima indicazione valida del segnale.

 

(1) Un soccorritore sugli sci per la ricerca del primo segnale
(2) Un soccorritore a piedi per la ricerca del primo segnale
(3) Più soccorritori alla ricerca del primo segnale
d = ampiezza del corridoio di ricerca

RICERCA PRIMARIA

Muoversi nella direzione visualizzata dalll'apparecchio, ARTVA, l'indicazione della distanza deve ridursi, nel caso in cui questa aumenti, è necessario ruotare la direzione di ricerca di 180 gradi, girarsi quindi e proseguire nella direzione opposta.

PIEPS TIPP!

Lavorare in maniera tranquilla e concentrata. Evitare movimenti bruschi! Imparate a conoscete il vostro apparecchio ARTVA esercitandovi a capire anche quali indicazioni di direzione sono le più efficenti.

Know-How 

L'indicazione di distanza viene calcolata in base alle linee di campo emesse dall'apparecchio in trasmissione, più è ridotta la distanza e più precisa è l'indicazione. Elementi esterni come ad esempio l'umidità della neve riducono la diffusione del segnale e influenzano l'indicazione di distanza.

RICERCA DI PRECISIONE

Quando ci si trova a meno di 5 metri dal sepolto, è necessario ridurre la velocità di ricerca (50 cm/sec). Tenere l'apparecchio ARTVA il più vicino possibile alla superficie della neve per ridurre al minimo la distanza dall'apparecchio trasmittente.

PIEPS TIPP!

L'ultima correzione della direzione deve essere fatta con accuratezza, prima che l'indicatore di direzione scompaia dal display. Questo permette di trovare la sintonia migliore tra antenna ricevente e trasmittente permettendo di risparmiare tempo nella ricerca di precisione. Attenzione! In caso di elevata profondità di seppellimento è possibile che l'indicatore di direzione non scompaia.

Know-How 

Gli apparecchi ARTVA a tre antenne hanno la possibilità di misurare il segnale in ricezione in tre dimensioni, grazie alla terza antenna. Grazie a questa misurazione è possibile individuare un solo punto che si trova alla distanza minima dall'apparecchio ricevente. Gli apparecchi ad una o due antenne presentano più riultati di distanza minima dall'apparecchio trasmittente già a partire da una da un metro di profondità. In questi casi sono necessarie delle specifiche strategie di ricerca.

LOCALIZZAZIONE

  • Sondare sempre perpendicolarmente al manto nevoso.
  • Sondare a forma di spirale con una distanza di 30 cm attorno al centro individuato dopo la ricerca di precisione.
  • Comunicare la localizzazione e non rimuovere la sonda.

 

Pieps TIPP!

Non rimuovere la sonda durante il disseppellimento, questa ha infatti una funzione di orientamento.

 

Know-How

Anche effettuando un sondaggio sistematico è possibile che il sepolto possa non venire individuato al primo sondaggio, questo porta insicurezza, anche l'interpretazione del singolo sondaggio può portare a dubbi, il responso della sonda è infatti molto simile per esempio sia per uno sci, che per una spessore di ghiaccio o una roccia?

 

La sonda PIEPS iProbe segnala visivamente e acusticamete la localizzazione del sepolto anche senza un centro perfetto, questo è il segnale per iniziare le operazioni di disseppellimento! Con PIEPS iPROBE si risparmia tempo prezioso durante le operazioni di soccorso in valanga!

60% RISPARMIO DI TEMPO CON PIEPS iPROBE