MASSIME PRESTAZIONI SENZA COMPROMESSI

Sapevi che gli apparecchi ARTVA devono soddisfare questi test?...

  • 6 cadute da 1 metro
  • Dopodichè, 10 ore in una camera riscaldata a 45°C
  • Dopodichè, 10 ore in una camera raffredata a -20°C
  • Dopodichè, 1 ora di immersione nell'acqua a 15 cm di profondità
  • Dopodichè, 80 ore di esposizione all'irraggiamento solare

Dopo questi test, l'apparecchio ARTVA deve essere perfettamente funzionante.

DIRETTIVI PER I PARAMETRI DI TRASMISSIONE

  • Frequenza di trasmissione: 457 kHz (457.000 Hz) ± 80 Hz
  • Potenza del segnale definita
  • Caratteristica del segnale:
    Durata del periodo: 1.000 ± 300 ms
    Durata della pulsazione: ≥ 70 ms
    Pausa della pulsazione: ≥ 400 ms

PIEPS TIPP

Utilizzare i PIEPS CHECKPOINTS preseti nel comprensorio sciistico, nei rifugi o presso le partenze degli itinerari di sciapinismo, per verificare la correttezza dei criteri di trasmissione del vostro apparecchio.

457 kHZ

è una frequenza particolarmente adatta alla neve.

 

A ridursi della percentuale di aria nella neve consegue una riduzione nella capacità di propagazione del segnale, per esempio, si ha questo effetto in presenza di un ghiacciao, dove la percentuale di aria nel ghiaccio è estremamente ridotta. In questo caso la larghezza del corridoio di ricerca raccomandata dal produttore non ha valità! Se un apparecchio non trasmette con le caratteristiche previste dalla normativa, è possibile che si verifichi una riduzione della prestazione negli apparecchi ARTVA riceventi.

Possibili interferenze in modalità trasmissione:

  • Riduzione della potenza del segnale e conseguente riduzione della portata massima in trasmissione

 

Possibili interferenze in modalità ricerca:

  • Riduzione della portata massima in ricezione
  •  Indicazioni di distanza e direzione errate
  • Indicazione non veritiera di un ulteriore apparecchio in trasmissione

 

La regola per tutti gli apparecchi elettrici, così come per il metallo ed i magneti, è una distanza di 20 cm in modalità trasmissione, e 50 cm in modalità ricerca.

Il PIEPS DSP PRO/DSP SPORT/MICRO ha un sistema di commutazione automatica che riconosce elementi di disturbo esterni durante la trasmissione e commuta di conseguenza sull'antenna trasmitente più efficiente, per garantire che l'apparecchio trasmetta sempre con la massima portata in trasmissione.

PER QUESTO 3 ANTENNE

Gli apparecchi peggiori sono i vecchi ARTVA anaogici ad una sola antenna, che hanno una forte carenza rispetto ai nuovi apparecchi digitali a 3 antenne in fase di ricerca! Meno noto è invece il  fatto che con un apparecchio obsoleto si potrebbe limitare la capacità di essere trovati.

Non tutti gli apparecchi ARTVA trasmettono alla stessa maniera! Le caratteristiche di trasmissione di molti apparecchi obsoleti, come frequenza, intervallo e durata di trasmissione, sono spesso ai limiti della normativa se non al di fuori! Componenti instabili alle variazioni di temperatura in alcuni apparecchi, per esempio, portano ad una variazione delle caratteristiche di trasmissione durante l'utilizzo. Altri apparecchi hanno un segnale di disturbo di fondo, che influisce negaticamente sulla ricezione ed elaborazione del segnale.

Se i produttori di apparecchi ARTVA non dovessero tenere conto di queste problematiche legate ad apparecchi obsoleti, sarabbe possibile incrementare ulteriormente la performance dei moderni apparecchi ARTVA!

PIEPS CONSIGLIA

Per la tua sicurezza e quella di chi ti accompagna, rinuncia all'utilizzo di vecchi apparecchi analogici ARTVA ad 1 antenna!